Durata materassi: resistenza al tempo e all’usura

 

Durata materassi

 

 

Il materasso non è eterno. Prima o poi bisogna cambiarlo. Ma quanti sanno quant’è l’effettiva durata materassi? Scommettiamo che non sono in tanti a saperlo. La risposta comunque non è semplice o sintetica, come si potrebbe pensare. I fattori da valutare sono molteplici e a tutti va data la giusta considerazione. Nell’articolo: "Materasso di qualità: le caratteristiche che lo rendono tale" abbiamo visto che durata e resistenza di un materasso sono due degli elementi necessari per definire un prodotto di qualità. Si tratta anche di elementi da valutare quando si è in procinto di scegliere il materasso. Quindi è chiaro a tutti che la “durata materassi” è un fattore di assoluta importanza. Vediamo di capire come e perché.

 

Durata materassi: ogni quanto è necessario cambiarlo

 

Per determinare la durata di un materasso è necessario valutarne l’utilizzo. Il materasso è un prodotto che si usa tutti i giorni per molte ore consecutive. Questo significa che si tratta di un prodotto sottoposto ad un certo grado di stress e che, a prescindere dal prezzo e dalla sua tipologia, ne determinerà l’usura nel tempo. Quindi, per capire quanto può durare un materasso, bisogna prima di tutto considerarlo in termini di ore di impiego e valutare la tipologia di stress meccanico al quale è sottoposto ogni volta. Per circa un terzo di ogni giornata deve sopportare e sostenere il peso di diversi corpi, movimenti, urti, scosse, sbalzi e sussulti. Sollecitazioni non indifferenti che fanno sistematicamente variare la durata di un materasso. Volendo comunque cercare una risposta generale alla domanda di inizio articolo, è possibile affermare che un materasso di qualità deve garantire le medesime prestazioni almeno per un ciclo vitale di 8-10 anni dall’acquisto.

 

I fattori che ne influenzano la durata

 

I fattori che influenzano la durata materassi sono molteplici:

 

  • chi lo usa – la persona, o le persone che usano un materasso, ne influenzano anche la durata. Involontariamente, questo è certo, ma dalla loro corporatura, struttura, peso e mobilità durante il sonno, dipende l’usura dei materiali. Un conto è pesare 40 kg e ogni notte coricarsi delicatamente tra le lenzuola. Un altro è pesare 110 kg e tuffarsi nel letto quando è arrivata l’ora di dormire.
  • come viene utilizzato – la frequenza di utilizzo di un materasso ne determina anche la velocità di usura. Un materasso matrimoniale della camera da letto padronale di una prima casa, usato ogni giorno da due persone per almeno 8 ore a notte, subirà maggiori sollecitazioni rispetto ad un materasso ad una piazza della seconda cameretta per gli ospiti di una seconda casa al mare. Quindi anche la frequenza di impiego, ha un certo peso sulla durata materassi.
  • per quante ore è usato – un po’ come per il punto precedente, ribadiamo che le ore totali di utilizzo di un materasso ne decretano anche l’usura nel tempo. Più è utilizzato e, di conseguenza, sollecitato, più un materasso avrà vita breve.
  • com’è conservato – manutenzione ordinaria e straordinaria sono fattori particolarmente rilevanti, nella vita di un materasso. La prima regola da seguire per prolungarne la vita, è quella di occuparsi del suo stato di conservazione. È buona norma, ad esempio, provvedere a girarlo testa-piedi regolarmente. Questo piccolo accorgimento contribuisce a cambiare lato con una certa frequenza e a ritardarne l’usura, che avverrà comunque in modo più uniforme. Anche una corretta aerazione non è da sottovalutare, o trascurare. Il consiglio è quello di arieggiare la stanza quotidianamente prima di rifare il letto e, se il materasso è sfoderabile, aprire la cerniera almeno una volta a settimana.
  • condizioni igieniche in cui è mantenuto – ultime, ma non per importanza, parliamo delle condizioni igieniche del materasso. Su ogni materasso, ogni notte, si accumula una certa quantità di sostanze: pelle, sudore, polvere e tante altre sostanze. Sostanze che favoriscono la prolificazione di batteri, virus, spore ed acari. Particelle organiche e non organiche che contribuiscono, in modo significativo, all’usura del materasso e ne compromettono la resistenza e la durata nel tempo. Quindi, anche mantenere pulito ed igienizzato un materasso, aiuta a prolungarne la vita e a garantire sempre ottime prestazioni.

 

Da cosa si capisce che è il momento di cambiare il materasso

 

Abbiamo quindi visto che la durata materassi è un tema delicato e al tempo stesso molto importante per tutti. I fattori che aiutano a capire quando è il momento di cambiare un materasso, sono diversi:

 

  • il risveglio non è privo di dolori e fastidi muscolari – quando un materasso perde la capacità di fornire il giusto sostegno, il risveglio è all’insegna di dolori articolari e muscolari.
  • non si riesce a prendere sonno velocemente – addormentarsi diventa sempre più difficile, non si trova mai la giusta posizione e si continua a rigirarsi senza tregua.
  • non ci si sveglia riposati e rilassati – le notti in bianco aumentano e quando invece si riesce a prendere sonno, non è un riposo salutare, costante ed armonioso. Il risultato è che la mattina ci si sveglia più stanchi di quando si è andati a letto la sera avanti.
  • ci sono evidenti segni di usura sul materasso – buchi, tagli, tessuti usurati e avvallamenti, sono chiari segni che è giunto il momento di cambiare il materasso.
  • il materasso presenta bozzi e grumi – come sopra. Se il materasso è pieno di buchi, grumi e bozzi, vuol dire che ha fatto il suo tempo ed è ora di passare ad altro.

 

Quale nuovo materasso scegliere?

 

In base a quello visto e detto finora sulla durata materassi, prendiamo in considerazione anche la diversa natura di prodotti in vendita. Alcuni sono fatti per durare di più, mentre altri si consumano prima. Rilevante la qualità dei materiali utilizzati e l’affidabilità del venditore di materassi. I prodotti a marchio Emma, sono realizzati per essere resistenti, duraturi e robusti:

 

  1. Materasso memory foam Emma One
  2. Materasso memory foam Emma Original
  3. Materasso a molle insacchettate Emma Hybrid

 

Ciascuno di questi è realizzato e certificato per durare nel tempo. Progettati e testati per sopportare continue sollecitazioni meccaniche, durano di più, si conservano meglio e regalano ore e ore di risposo assoluto e confortevole.

 

Leggi anche

Apnea del sonno: ecco perché conviene scegliere un cuscino memory foam

Ogni quanto cambiare cuscino e perché è importante farlo

Dispositivo medico detraibile: come portare l’acquisto del materasso in detrazione

Materasso di qualità: le caratteristiche che lo rendono tale

Scegliere il materasso perfetto per un sonno notturno sano

Scegliere il materasso perfetto per un sonno notturno sano

Cuscino per la cervicale: come risolvere il problema grazie al memory foam

Materassi sottovuoto: una scelta sicura ed ecologica

 

100 notti di prova 100 notti di prova
Consegna & reso gratuiti Consegna & reso gratuiti
10 anni di garanzia 10 anni di garanzia
prodotti Emma

I prodotti Emma


La nostra missione è creare dei prodotti adatti alle tue esigenze. Comodo e resistente, il materasso Emma ti accompagna quotidianamente per garantirti il miglior sonno. Cosa aspetti? Assicurati il meglio per il tuo riposo con Emma!

Approfitta delle offerte
Come mi disiscrivo?

Puoi disiscriverti in qualsiasi momento cliccando sull'opzione 'Disiscriviti alla newsletter' quando fai l'accesso al tuo account cliente. In caso in cui non abbia un account con noi, puoi disiscriverti cliccando sul link 'disiscriviti' in fondo alla newsletter.

Pin rotate icon

Sembra che tu stia cercando di visitare il sito Emma dall'estero

Vai a 

In alternativa, puoi scegliere il sito web del tuo paese dalla lista sottostante: